Âmes di Agostino Ionà - Burkina Faso

21-26 Settembre 2021

L'arte fotografica e la tutela dei diritti umani sono al centro del progetto artistico dal titolo ‘‘Âmes" , in francese anime, a cura del fotografo napoletano Agostino Ionà. L'idea nasce dall'associazione ‘‘Sanità Dirtti in Salute" in collaborazione con la Galleria d'arte ‘‘Liquid Art System" di Franco Senesi. La raccolta fondi è stata prevista per la realizzazione di un pozzo d'acqua in Burkina Faso, che vuol dire ‘‘la terra degli uomini integri" in lingua more e in bambara, parlate nel Paese. Povertà diffusa, erosione del suolo, insieme a fervore culturale e ricchezza etnica, si concentrano in uno degli Stati più emblematici del continente nero. L associazione SA.DI.SA, nata per garantire la tutela del diritto inalienabile della salute anche a chi non ha le possibilità economiche per curarsi, prosegue il suo percorso di fedele impegno nella sensibilizzazione di temi sociali e arriva anche in Africa, accogliendo l'appello del suo presidente, l'avvocato Angelo Melone che con il Burkina Faso ha un legame emotivo oltre che professionale. L'azione si concentra su alcuni villaggi circostanti il Comune di Zabré, dove manca l'approvvigionamento dell'acqua potabile e dove a febbraio 2020 è stato già realizzato un pozzo.
Con Âmes, siamo tutti invitati a ‘‘entrare" in punta di piedi negli anfratti di vita che il fotografo ci racconta, preparandoci ad accogliere storie di quotidiana realtà. Osservando le fotografie, diviene impossibile non essere rapiti da sguardi intrisi di realistica dignità che al contempo sono richieste di legittimo aiuto. Tramite questa forma espressiva d'arte è possibile essere protagonisti di una meravigliosa migrazione all'inverso verso Paesi lontani, densi di vite che meritano di essere salve in giro per il mondo.

Una volta terminati i lavori a tutti i donatori sarà inviata una lettera di ringraziamento del sindaco di Zabrè con la fotografia dell'opera realizzata. Sul pozzo sarà esposta una targa con l'elenco dei loro nomi.

Top of Page